ECCO IL PROFONDO, L’INTENSO, IL MITO DI UNA FRAGRANZA CHE INTINGE IL SUO ROSSO NEL SUPERLATIVO DI “AMORE E PSICHE”, CAPOLAVORO SCOLPITO DAL GENIO INFINITO DI ANTONIO CANOVA. ORA DECLINATA IN EROS FLAME, IL MASCHILE DELLA PASSIONE NEL SEGNO PROFONDO DI VERSACE. 

La morbida eppur seducente sensualità di Gigi Hadid con quelle braccia che avvolgono il suo Eros nell’iconica immagine del “connu­bio”, richiama al grande Canova, al suo immortale Amore e Psiche, non una sta­tua di coinvolgente sensualità, ma un in­no al senso più vero, unico, della vita. 

Al capolavoro del più efficace tra gli scultori d’ogni tempo, si è ispirato l’autore dell’im­magine che esalta, come sottolinea Dona­tella Versace, “la scintilla dell’amore vero che ognuno di noi insegue; quell’amore che cattura l’anima, il corpo, la mente”.

Ecco: la declinazione di Eros in Flame è tutta in questa ouverture che indica il vero dell’uomo, forte di ardore, di passione, che sa capire, gioire e soffrire; l’eroe delle emozioni da significare a chi sa il presen­te e vuol farne futuro. Da Versace, dalla scenografia delle sue intuizioni, sboccia sempre il cartello delle emozioni forti: e questo profumo vibrante di rosso intenso ne è esemplarità determinante, seducente sino all’abbraccio di voluttà con il mito del passato.

Cosa si cella dietro quella testa di vetro a rilievo di Medusa, cesellata dalla preziosità dell’oro? La semplicità in profonda efficacia: il limone, il mandarino, il chinotto, il pepe nero del Mada­gascar, avvolti dal rosmarino selvatico, dal Pepperwood, dal geranio, da stimoli di rosa che infine si fondo­no nel legno di cedro del Texas, nel patchouli coeur, nel vetiver di Haiti, per poi immergersi nell’abbraccio nel muschio di quercia di mon­tagna, nel legno di sandalo a sortilegio di fava tonka, in amalgama con vaniglie.

Incredibile! Davvero un cocktail di eccellenza, quasi una pozione di sensualità per quell’amore che Do­natella Versace definisce “fervore di una fiamma che tutto consuma a passione eterna”. Cosa di più? Nient’altro che una definizione d’intenso amore, come un abbraccio al più forte e appagante dei sentori. E cioè: un freddo caldo, un dolce speziato, una luce e ombra.

CONDIVIDI